Browsing Category Poesia

La mamma e il bambino

agosto 27th, 2013 // 7:16 am @

1236322_10201206877647451_771918727_n

 

LA MAMMA E IL BAMBINO

La mamma 
col bambino tra le braccia
è bella
come un fiore in un giardino.
Splendenti gli occhi,
sorriso dolce
sulle labbra tremoli,
braccia amorevoli
cingono l’infante
con trasparente amore.
Mamma e bambino
una simbiosi che li fonde
e li unisce per la vita.
E’ come una preghiera
che li rannoda al cielo…
Il cuore di una madre
è un abisso in fondo al quale
si trova sempre un perdono…
La mamma col suo bambino tra le braccia
piange e sorride
stringendolo forte a sé, mentre pensa 
“tu piccolo mio, eri un desiderio dentro al cuore!”

(Matilde Maisto 24 Agosto 2013)

Category : Poesia

“La madre” di Giuseppe Ungaretti

luglio 15th, 2013 // 10:30 am @

la-madre

La madre

E il cuore quando d’un ultimo battito
avrà fatto cadere il muro d’ombra,
per condurmi, Madre, sino al Signore,
come una volta mi darai la mano.

In ginocchio, decisa,
sarai una statua davanti all’Eterno,
come già ti vedeva
quando eri ancora in vita.

Alzerai tremante le vecchie braccia,
come quando spirasti
dicendo: Mio Dio, eccomi.

E solo quando m’avrà perdonato,
ti verrà desiderio di guardarmi.

Ricorderai d’avermi atteso tanto,
e avrai negli occhi un rapido sospiro.
(Giuseppe Ungaretti)

Category : Poesia

“Alla luna” di Giacomo Leopardi

giugno 24th, 2013 // 10:07 am @

imagesCAVMTEW8Il tema del ricordo ricorre molto spesso nella produzione letteraria di Leopardi. Il ricordo – come l’illusione e come il sogno – esalta la contemporanea presenza, nell’animo umano, del dolore e del piacere, i quali, pur non conciliandosi, sembrano confondersi nell’alternanza in un unico sentimento che esprime la condizione esistenziale dell’uomo.

L’apertura è sul versante della gioia: “O graziosa luna”. E “graziosa” significa sia “bella e leggiadra”, sia “benigna”. Ma subito (v. 3) irrompe il dolore: “io venia pien d’angoscia”. Quindi di nuovo la luce che sempre emana dalla Luna e illumina la terra. Poi il ricordo del dolore passato, che, però, sembra addolcirsi: fra le lacrime – è vero –, ma pur sempre è luce quella che appare agli occhi (luci anch’essi) del poeta. A questo punto la sferzata della ragione, in forma quasi eleatica: “è, né cangia stile” (v. 9), il dolore come l’Essere. Ma subito dopo una sorta di riconciliazione con la Natura: “o mia diletta luna”. E segue il piacere (“mi giova”) del ricordo, anche se è ricordo di cose dolorose e, pertanto, rinnova la tristezza.

Dopo il l835, su una copia dell’ultima edizione a stampa, Leopardi aggiunge i versi l3 e l4: una riflessione sulle sue convinzioni giovanili e una presa di distanza da esse, che sottolinea però la portata della funzione del ricordo, legandolo alla speranza. Di fronte alla morte incombente (e quasi presentita dal poeta) le certezze della ragione non sono piú scalfite dal sogno, dall’illusione o dal ricordo; ma quando la vita – seppure con tutto il suo bagaglio di dolore – appariva una via in gran parte da percorrere, allora il ricordo non solo saldava il passato al presente, ma offriva anche una prospettiva di speranza per il futuro. Una sorta di dilatazione del presente verso l’eterno (e l’infinito) che rammenta il tema nicciano dell’eterno ritorno.

Lo stesso tema è presente, in forma piú “filosofica”, in una pagina dello Zibaldone (60). L’eterno ritorno delle cose passate non è un processo meccanico, ma il frutto di una azione (volontaria) del soggetto che, rivivendo realmente nel presente affetti ed esperienze passati, quasi in una continua rinascita, fa in qualche modo rivivere anche i luoghi e gli oggetti, sottraendosi e sottraendoli cosí al Nulla “che tanto ci ripugna”. Lo scorrere di un fiume tra i sassi del greto, la cima di un albero contro la Luna, la Luna stessa che a metà di ogni ciclo splende intera nel cielo possono suscitare in noi il ricordo di una emozione, che, immediatamente, cessa di essere ricordo per farsi emozione viva, presente, che lacera realmente la carne del nostro cuore.

 

1 O graziosa luna, io mi rammento

2 che, or volge l’anno, sovra questo colle

3 io venia pien d’angoscia a rimirarti:

4 e tu pendevi allor su quella selva

5 siccome or fai, che tutta la rischiari.

6 Ma nebuloso e tremulo dal pianto

7 che mi sorgea sul ciglio, alle mie luci

8 il tuo volto apparia, che travagliosa

9 era mia vita: ed è, né cangia stile,

10 o mia diletta luna. E pur mi giova

11 la ricordanza, e il noverar l’etate

12 del mio dolore. Oh come grato occorre

13 nel tempo giovanil, quando ancor lungo

14 la speme e breve ha la memoria il corso,

15 il rimembrar delle passate cose,

16 ancor che triste, e che l’affanno duri!

 

Category : Poesia

“Risvegli” da L’Allegria – Il Porto Sepolto

aprile 28th, 2013 // 8:59 pm @

Risvegli


Ogni mio momento
io l’ho vissuto
un’altra volta
in un’epoca fonda
fuori di me

Sono lontano colla mia memoria
dietro a quelle vite perse

Mi desto in un bagno
di care cose consuete
sorpreso
e raddolcito

Rincorro le nuvole
che si sciolgono dolcemente
cogli occhi attenti
e mi rammento
di qualche amico
morto

Ma Dio cos’è?

E la creatura
atterrita
sbarra gli occhi
e accoglie
gocciole di stelle
e la pianura muta

E si sente
riavere

Mariano, il 29 giugno 1916

Category : Poesia

L’Infinito di Giacomo Leopardi

aprile 7th, 2013 // 7:08 pm @

Guardando-linfinito-a18975066

Sempre caro mi fu quest’ermo colle,
e questa siepe, che da tanta parte
dell’ultimo orizzonte il guardo esclude.
Ma sedendo e mirando, interminati
spazi di là da quella, e sovrumani
silenzi, e profondissima quiete
io nel pensier mi fingo; ove per poco
il cor non si spaura. E come il vento
odo stormir tra queste piante, io quello
infinito silenzio a questa voce
vo comparando: e mi sovvien l’eterno,
e le morte stagioni, e la presente
e viva, e il suon di lei. Così tra questa
immensità s’annega il pensier mio;
e il naufragar m’è dolce in questo mare.

Category : Poesia

Al via il Bando per il Premio Nazionale di Poesia inedita “Calliope” 2013 – 1^ edizione

gennaio 9th, 2013 // 11:41 pm @

premio-poesia-calliope-4

 

CANCELLO ED ARNONE – L’Associazione musicale-culturale “New Melody” col patrocinio del Comune di Cancello ed Arnone, della Provincia di Caserta e della Regione Campania ed in collaborazione con i Portali on line La Voce del Volturno e Cancello ed Arnone News, bandisce il Premio nazionale di Poesia inedita “CALLIOPE” 2013 – 1^ Edizione.

La Presidente del comitato organizzativo, Matilde Maisto, ed i suoi collaboratori tra cui Mattia Branco, Anya D’Ambrosio,  Arkin Jafuri e Antonio Foniciello, invitano poeti e neo poeti a partecipare numerosi al Premio di Poesia “CALLIOPE”, il cui regolamento è riportato in calce alla presente.

Si precisa che la composizione della Giuria, nominata dal Comitato organizzatore, verrà resa nota mediante un comunicato stampa nel mese di aprile 2013.

Molte le valenti persone segnalate nel Comitato d’Onore.

La cerimonia di Premiazione avrà luogo, alla presenza del Comitato d’onore, mercoledì 22 maggio 2013, nel corso della trasmissione televisiva Anya Show, in onda in diretta su Italiamia canale 17, satellitare 936 – dalle ore 21 alle 23.

I nomi di tutti i Partecipanti e le prime dieci poesie saranno pubblicati sui portali Cancello ed Arnone News e La Voce del Volturno.

 

*****************************************

immagini

L’Associazione musicale-culturale “New Melody” 

           

col patrocinio del Comune di Cancello ed Arnone

             

della provincia di Caserta

della Regione Campania

ed in collaborazione dei Portali on line

   BANDISCE                                                                                                                 

 il Premio nazionale di Poesia inedita “CALLIOPE” 2013 – 1a Edizione

REGOLAMENTO

Art. 1) Il Premio è articolato in due Sezioni:

–        Sezione “Adulti”: Poesia in lingua italiana, a tema libero, inedita e mai premiata, di non più di 30 versi;

–        Sezione “Giovani”: Poesia in lingua italiana, a tema libero, inedita e mai premiata, di non più di 30 versi. Questa Sezione è riservata ai giovani Autori italiani dai 10 ai 18 anni compiuti. Per i minorenni è necessaria la firma di uno dei due genitori, in calce alla domanda di partecipazione (Allegato 1).

Art. 2) Ogni Autore potrà concorrere soltanto per una delle due Sezioni.

Art. 3) Ciascun Partecipante dovrà inviare un plico con l’indicazione PREMIO CALLIOPE e la   Sezione cui si intende partecipare, contenente quanto segue:

–        3a) una busta piccola non trasparente con incluso il predetto Allegato 1, relativo alle generalità debitamente compilato, e non più di 3 poesie, in copia dattiloscritta e firmate;

–        3b) n. 4 copie delle stesse poesie, di cui al precedente punto 3a, dattiloscritte, in forma rigorosamente anonima.

–        3c) è previsto un contributo volontario per spese organizzative di euro 10,00 da versare in banconote e da inserire nel predetto plico.

Art. 4) Le poesie dovranno pervenire a mezzo posta, entro e non oltre il 15 marzo 2013 al seguente indirizzo:

ASSOCIAZIONE NEW MELODY

Via L. Settembrini, 21

81030 Cancello ed Arnone (CE)

Il Comitato organizzatore escluderà dal Premio i plichi pervenuti dopo il 15 marzo 2013 e non risponderà di eventuali ed accidentali ritardi postali.

Art. 5) La composizione della Giuria, nominata dal Comitato organizzatore, verrà resa nota mediante un comunicato stampa nel mese di aprile 2013. Il giudizio della Giuria è insindacabile: non saranno, pertanto, ammessi ricorsi o reclami di alcun genere.

Art. 6) I Premi saranno così assegnati per entrambe le Sezioni:

1° Classificato – Trofeo e Pergamena

2° Classificato – Targa e Pergamena

      3° Classificato – Medaglia e Pergamena

 

 

Inoltre, per entrambe le Sezioni, sono previsti:

1° classificato PREMIO SPECIALE

2° classificato PREMIO del COMITATO d’ONORE

3° classificato PREMIO della GIURIA

Art. 7) I Premi dovranno essere ritirati personalmente dai Vincitori; l’assenza degli stessi, qualunque ne sia la causa, sarà considerata tacita rinuncia.

Art. 8) La Cerimonia di Premiazione avrà luogo, alla presenza del Comitato d’Onore, mercoledì 22 maggio 2013, nel corso della trasmissione televisiva Anya Show, in onda in diretta su Italiamia canale 87, satellitare 936 – dalle ore 21 alle 23.

Art. 9) I nomi di tutti i Partecipanti e le prime dieci poesie saranno pubblicati sui portali Cancello ed Arnone News e La Voce del Volturno.

Art.10) L’invio delle poesie al Premio “CALLIOPE” costituisce, per ogni Partecipante, implicita accettazione del presente Regolamento. Le poesie inviate non saranno restituite.

Art. 11) Le spese di vitto e alloggio per i Vincitori ed altri Ospiti saranno a loro carico.                Per informazioni logistiche rivolgersi a                                                                                            Mattia Branco (Addetto Stampa – Public Relations – Press & Event Communications)                           E-mail: mattia.branco@tin.it; Info: 339 3887333.

Art. 12) Il Comitato organizzatore si riserva il diritto di apportare al presente Regolamento modificazioni e/o integrazioni, per eventuali imprevisti o altre cause di forza maggiore, dandone la dovuta informazione.

In base al D.L.vo n. 196/2003, il Soggetto organizzatore del Premio s’impegna ad utilizzare i dati personali degli Autori partecipanti soltanto per operazioni concernenti lo svolgimento dell’Evento culturale di cui al presente Regolamento.

Category : Cultura &Poesia

“La via del mare” poesia di Franco Pastore

gennaio 9th, 2013 // 1:07 pm @

Category : Poesia

Dedicata alla piccola Sofia…!

ottobre 9th, 2012 // 9:35 am @

 

  Puzzle: Arriva la cicogna

 

 SOFIA

 

Ancora non ci sei,

ma già ti amo

Sofia!

 

Penso alle tue manine

ai tuoi dolci piedini

agli occhi vispi e attenti

e ti amo

Sofia!

 

Qualcuno

mi ha detto

quanto bello sia

essere una nonnina,

ma io già ti amo

Sofia!

 

Aspetto, trepidante

l’arrivo tuo in famiglia,

ti stringerò sul cuore

e ti amerò per la vita,

io che già ti amo

Sofia!

 

(Matilde Maisto 9/10/2012)

Category : Poesia

… ed è ancora Autunno!

ottobre 8th, 2012 // 8:26 pm @

AUTUNNO 

Ma dove ve ne andate povere

foglie gialle

come tante farfalle spensierate ?

Venite da lontano o da vicino ,

da un bosco o da un giardino ,

e non sentite la malinconia

del vento freddo che vi porta

via ?
 
( Trilussa )  

Category : Poesia

“Non recidere, forbice, quel volto” di Eugenio Montale

ottobre 8th, 2012 // 8:21 pm @

Non recidere, forbice, quel volto

Non recidere, forbice, quel volto,
solo nella memoria che si sfolla,
non far del grande suo viso in ascolto
la mia nebbia di sempre.

Un freddo cala… Duro il colpo svetta.
E l’acacia ferita da sé scrolla
il guscio di cicala
nella prima belletta di Novembre.

(Eugenio Montale)

Category : Poesia