Browsing Category Musica

“Mamm” dedicatami da mio figlio Luca

febbraio 23rd, 2013 // 3:55 pm @

roseE’ troppo importante cogliere bene il senso di questa canzone di Enzo Avitabile che mio figlio Luca ha voluto dedicarmi in apertura del nostro giornale.

Poichè io stessa, al momento, non ne ho ben compreso il significato, la profondità e l’amore che esprime, l’ho studiata meglio e l’ho, in un certo senso, tradotta, affinché fosse comprensibile a me e a tutte le mamme. E’ bellissima seguitemi…

Mamme
Mamme dietro ai vetri, acqua che scende lentamente bagna,
mamme che pure quando sei nonna, non conosci il mondo,
mamme con la faccia bianca, a cui le antiche paure iniziano a far male,
mamme povere, un fiammifero per guardare il mare,
mamme bestie e mamme per cui amore è solo una parola,
mamme sorde e mute, che sono mamme soltanto a parole,
mamme schiave, mamme per secoli e secoli con la testa china,
mamme feroci con le unghie affilate, per un posto sotto al sole,
mamme coraggiose piene di tritolo sulla pancia, (che si lasciano esploderere)
mamme soldato, legate ad un’ultima speranza,
mamme all’angolo del vicolo, alle quali il grano (per la sopravvivenza) non è mai sufficiente,
mamme in terra straniera, con la faccia china per terra nella polvere,
mamme per sempre mamme.
Mamme, bambine senza gelati e senza giocattoli,
mamme operaie, attente all’ implacabile sirena che le chiama al lavoro e che si consolano con un bicchiere di vino,
mamme che abbandonano i loro figli piccoli, piccoli,
mamme sulla sedia a rotelle, che passano le notti a parlare con le stelle,
mamme sincere, senti che odore celeste di cielo,
mamme nostalgia, una ferita che non guarisce mai,
mamme martiri, con scarpe rotte ed un giardino di rose,
mamme nemiche che conoscono lo stesso dolore,
mamme nascoste sotto un velo pieno di buchi,
mamme perdonate, mamme bollate con un marchio,
mamme con le mani aperte ma che non sanno volare,
mamme nuvole e nuvole,
mamme un sogno a metà,
mamme per sempre mamme.
Mamme lontano,
mamme vento nei capelli,
mamme per sempre dentro al cuore di un figlio,
mamme per sempre mamme.

Category : Musica &Pensieri Sparsi

Vorrei essere

gennaio 16th, 2012 // 11:21 am @

Category : Musica

Louis Amstrong “What a wonderful word”

settembre 23rd, 2011 // 10:15 am @

I see trees so green, red roses too
I see them bloom for me and you.
And I think to myself what a wonderful world.
I see skies so blue and clouds so white.
The bright blessed day, the dark sacred night.
And I think to myself what a wonderful world.
The colors of the rainbow so pretty in the sky
are also on the faces of people going by.
I see friends shaking hands saying how do you do.
They’re really saying I love you.
I hear babies crying, I watch them grow.
They’ll learn much more than I’ll ever know.
And I think to myself what a wonderful world.
Yes I think to myself what a wonderful world.
Yes I think to myself what a wonderful world.

***************************

 

Vedo alberi così verdi, anche rose rosse
Li vedo sbocciare per me e per voi.
E penso tra me e me che mondo meraviglioso.
Vedo cielo così azzurro e le nuvole così bianche.
Il benedetto giorno luminoso, la notte oscura sacro.
E penso tra me e me che mondo meraviglioso.
I colori dell’arcobaleno così belli nel cielo
sono anche sui volti della gente che passa.
Vedo gli amici si stringono la mano dicendo come si fa a fare.
Stanno davvero dicendo che ti amo.
Sento bambini piangere, li guardo crescere.
Impareranno molto più di quanto io mai sapere.
E penso tra me e me che mondo meraviglioso.
Sì penso tra me e me che mondo meraviglioso.
Sì penso tra me e me che mondo meraviglioso.

 

 

Category : Musica

“Meraviglioso” Negramaro

luglio 19th, 2011 // 9:39 am @

Category : Musica

Il barbiere di Siviglia, cavatina di Figaro

luglio 5th, 2011 // 11:15 am @

Category : Musica

Mare D’Inverno

giugno 4th, 2011 // 10:30 am @

 Il mare d’Inverno
è solo un film in bianco e nero visto alla tv
e verso l’interno
qualche nuvola dal cileco
che si butta giù
sabbia bagnata
una lettera che
il vento sta portando via
punti invisibili
rincorsi dai cani
stanche parabole di vecchi gabbiani
e io che rimango qui sola
a cercare un caffè
il mare d’inverno
è un concetto che il pensiero non considera
è poco moderno
è qualcosa che nessuno mai desidera
alberghi chiusi
manifesti già sbiaditi di pubblicità
macchine tracciano solchi su strade
dove la pioggia
d’estate non cade
e io che non riesco
nemmeno a parlare con me
Mare mare
qui non viene mai nessuno
a trascinarmi via
mare mare
qui non viene mai nessuno
a farci compagnia
Mare mare
non ti posso guardare così
perchè questo vento
agita anche me
questo vento agita anche me…
 
Passerà il freddo
e la spiaggia lentamente
si colorerà
la radio e i giornali
e una musica banale si diffonderà
nuove avventure
discoteche illuminate
piene di bugie
ma verso sera uno strano concerto
e un ombrellone che rimane aperto
mi tuffo perplessa
ai momenti vissuti di già
Mare mare
qui non viene mai nessuno
a trascinarmi via
mare mare
qui non viene mai nessuno
a farci compagnia
Mare mare
non ti posso guardare così
perchè questo vento
agita anche me
questo vento agita anche me
mare mare,
qui non viene mai nessuno a trascinarmi via
Mare mare…

 

 

Category : Musica

Ave Maria – Schubert

maggio 30th, 2011 // 7:11 pm @

Category : Musica

Magnifacat

maggio 30th, 2011 // 9:05 am @

Category : Musica

La magia del pianoforte

maggio 17th, 2011 // 1:10 pm @

 
 
La magia del pianoforte, una mia grande passione
 
 
 
 
 

Category : Musica

Vivaldi – Poesie sulla Primavera

aprile 2nd, 2011 // 8:39 am @

Category : Musica