Browsing Month dicembre, 2012

Io e te, di Niccolò Ammaniti

dicembre 1st, 2012 // 8:28 pm @

Titolo: Io e te

Autore: Niccolò Ammaniti

Editore: Einaudi
Pagine: 104
Prezzo: € 8,00
Pubblicazione: ottobre 2010
ISBN: 978-88-0620-680-2


Una grossa bugia, una cantina dimenticata, un incontro-scontro inaspettato. Questi gli ingredienti che danno forma a Io e te, racconto lungo in cui le straordinarie doti narrative di Niccolò Ammaniti intessono una vicenda di drammatica poesia e raccontano il tanto atteso e temuto passaggio dall’adolescenza all’età adulta.

L’adolescente in questione è Lorenzo, cresciuto con l’unico desiderio di avere a che fare il meno possibile con il resto del mondo, e proprio a tale scopo ispira il suo essere ad alcuni tipi di insetti che imitano i propri nemici per passare inosservati ai loro occhi. Così, per non apparire troppo diverso dai suoi coetanei, Lorenzo racconta ai propri genitori di essere stato invitato ad una settimana bianca dai compagni di classe. Si tratta di una grossa bugia che finisce per intrappolarlo: l’unico modo per evitare di deludere i suoi è quello di simulare la partenza rifugiandosi per l’intera settimana nella cantina di casa sua.

Ma proprio quando Lorenzo crede di aver conquistato la tanto sospirata solitudine, il suo regno dorato viene assediato da un’ospite tanto inattesa quanto indesiderata, la sua sorellastra Olivia. La scoperta della tossicodipendenza della ragazza, le sue terribili crisi d’astinenza e la determinazione a volersi tirar fuori dal mondo della droga irromperanno non solo nell’ambito della strana vicenda di Lorenzo, ma influiranno anche sulla sua mancata propensione alla crescita e all’apertura nei confronti del mondo esterno. Sarà quindi la struggente voglia di vivere di Olivia a spogliare Lorenzo del suo egoismo e dalle sue paure.

Ammaniti, che da sempre nei suoi racconti utilizza parole come fotografie, descrive attraverso i suoi personaggi due possibili implicazioni della fragilità umana, dei suoi infiniti modi di declinarsi, che, incontrandosi e scontrandosi, danno vita a un cortocircuito in grado di causare una decisa inversione di rotta nelle due esistenze.

Tutto ciò viene raccontato attraverso uno stile che si adegua agli stati d’animo del personaggio. Inizialmente giovanile, colloquiale, asciutto, per riuscire a renderne il cinismo, da un certo punto in poi sembra quasi “fiorire”, arricchendosi in maniera direttamente proporzionale alla messa in discussione personale di Lorenzo. Il racconto lungo di Ammaniti illustra bene quale sia la paura di molti adolescenti di oggi: il confronto, che implica il contatto con un altro universo, temibile in quanto sconosciuto.


L’AUTORE

Niccolò Ammaniti è nato a Roma. Ha pubblicato da Mondadori Nel nome del figlio, un saggio sull’adolescenza scritto insieme al padre (1995),Fango (1996) e Ti prendo e ti porto via (1999). Presso Einaudi sono usciti un suo racconto nell’antologia Gioventú cannibale (1996), i romanziBranchie (1997), Io non ho paura (2001) e Che la festa cominci (2009 e 2011), Io e te (2010) e la raccolta di storie a fumetti Fa un po’ male (2004), sceneggiata da Daniele Brolli e disegnata da Davide Fabbri. Dai suoi libri sono stati tratti film di successo, di importanti registi. È pubblicato in quarantaquattro Paesi e il suo sito ufficiale è all’indirizzo www.niccoloammaniti.com.

Category : Cultura &Racconti/Romanzi